Guida: Permessi di ROOT su HTC Desire Z

Ecco a voi la guida per accedere ai permessi di ROOT usufruendo di un spl modificato sull’HTC Desire Z. Come di consueto, lo staff di Cellularizzati non si assume nessuna responsabilità a riguardo, ma la procedura è stata eseguita svariate volte da tantissimi utenti.

Per eseguire l’operazione innanzitutto dovete scaricare il programma VISIONary+, e di conseguenza installarlo e quindi lanciarlo.

Quindi vi ritroverete davanti ad una schermata nera con varie opzioni, tra le quali dovrete selezionare Temproot Now!. Dopodichè attendete qualche secondo, ed andate a selezionare l’opzione Attempt Permroot Now!. Ora, l’operazione per ottenere i permessi di ROOT è completata.

Nel caso in cui volete flashare una recovery modificata, per quindi poi poter flashare delle ROM personalizzate, dovrete, dopo aver preso i permessi di ROOT, scaricare questi due file:

Prima di tutto, dopo aver ottenuto i permessi di root permanenti, scarichiamo questi due file:

Dopo averli scaricati, dovrete pusharli con ADB nella cartella /data/local

  • adb push hboot_7230_0.84.2000_100908.nb0 /data/local
  • adb push wpthis-Z.ko /data/local

Dopodichè, aprite nel vostro Desire Z il terminal emulator, ed inserite:

  • $ su
  • # insmod /data/local/wpthis-Z.ko

La prova per vedere se l’operazione si sta svolgendo correttamente è data dalla visualizzazione di questo codice:

  • init_module ‘wpthis-Z.jo’ failed (Function not implemented)

Per ultima cosa, inserite sempre tramite il terminal emulator:

  • # dd if=/data/local/hboot_7230_0.84.2000_100908.nb0 of=/dev/block/mmcblk0p18

Infine, se non viene riscontrato alcun errore, potrete flashare la vostra recovery modificata sul vostro HTC Desire Z.

Quindi, apprestatevi ad effettuare il download dell’applicazione ROM Manager, scaricabile gratuitamente dal market. Dopodichè selezionate “Installa ClockworkMod Recovery”.

Una volta finito, riavviate il dispositivo ed effettuate un nandroid backup dalla recovery.

5494 0 9 10 10 10
Pubblicato dall'autore: belbo
Seguici

Lascia un commento: